Skip to content

HECL.INFO

Scarica Gratuitamente

VETRINI ISTOLOGIA SCARICARE


    Vetrini complementari per la prova pratica al microscopio ottico di Istologia ( Facoltà di Medicina- Perugia). Nota importante. Tutte le immagini di questo Atlante si riferiscono a preparati ottenuti da reperti e preparati istologici presenti nella Sezione di Istologia del. Aperio ImageScope - Software di visualizzazione dei vetrini di patologia Scarica ImageScope Aperio · Scarica la Guida per l'utente di Aperio ImageScope . RichiestaEsame Istologico Ritiro Vetrini o Biocassette. Questo sito usa i cookies per darti una migliore esperienza nella navigazione. Continuando accetti la. Appunti per riconoscere i vetrini, privi di immagini ma con tutte le Istologia appunti vetrini, Appunti di Istologia Scarica il documento.

    Nome: vetrini istologia
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file:56.83 Megabytes

    VETRINI ISTOLOGIA SCARICARE

    Slideshare uses cookies to improve functionality and performance, and to provide you with relevant advertising. If you continue browsing the site, you agree to the use of cookies on this website. See our User Agreement and Privacy Policy. See our Privacy Policy and User Agreement for details. Published on Mar 16,

    Benvenuti acome Migliore Serie Urban fantasy. Benvenuti a Harborsmouth, dove i mostri camminano per leHarborsmouth, dove i mostri camminano per le strade non visti dagli umani Ci sono cosseconda vista, come Ivy Granger. Ci sono cos Ecco le prove! Quarant'anni trascorsi con la facciaacciacchi. Ha molte immagini conOttimo libro, gli argomenti sono ben trattati e di facile comprensione.

    Ha molte immagini con relative descrizioni dettagliate e spiegazioni degli apparati e dei principali tessuti corporei. Scritto in modo chiaro e con numerose immagini di preparati istologici. Il prezzoIstologia.

    You just clipped your first slide! Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

    Now customize the name of a clipboard to store your clips. Al di sotto dell'epitelio si nota il tessuto connettivo lasso. La colorazione utilizzata specifica per le fibre collagene Azan. Landamento delle fibre multidirezionale e si distinguono, soprattutto nella parte centrale del vetrino, aggregati di cellule connettivali fibroblasti?

    Si tratta di connettivo lasso dato che le fibre sono esili e la componente cellulare mediamente rappresentata. La sostanza fondamentale, inoltre, non cos scarsa. A destra si vedono due vasi sanguigni. Nella parte superiore e inferiore si vede un epitelio non ben identificabile forse ciliato. Stesso discorso del vetrino precedente, anche qui la colorazione specifica per le fibre collagene.

    I tralci di fibre sono enormi confrontati con le poche cellule connettivali presenti al centro del vetrino e questo porta dritto alla diagnosi di connettivo fibroso denso.

    I fasci sono intrecciati perch non presentano landamento tipico dei fasci incrociati n di quelli paralleli diagnosi per esclusione. Dare importanza alla colorazione intensa dei tralci e alla loro grandezza. Tipico esempio di connettivo fibroso denso a fasci paralleli: landamento delle fibre altamente ordinato la parte centro-superiore quasi sicuramente si sfibrata con la preparazione del vetrino.

    Download- Orchidea LAB, service istologia e citologia a Roma

    Si vedono poche cellule tenociti e anche la sostanza fondamentale poco rappresentata. Notare i nuclei molto allungati dei tenociti. Ghiandola esocrina a secrezione sierosa. Si possono notare da una parte gli acini sierosi fittamente stipati mentre dall'altra del tessuto adiposo, riconoscibile dalla grandi cellule con citoplasma non colorato e nucleo schiacciato ai bordi. Si riconoscono chiaramente i condrociti con il loro aspetto coartato, organizzati in gruppi isogeni.

    Tessuto osseo lamellare osteonico, preparato per decalcificazione. Si riconoscono gli osteociti e i canali di Havers,e i profili concentrici.

    Nessun Volkmann. Tessuto osseo lamellare osteonico, preparato per usura. Si vedono bene le lacune osteocitarie che formano cerchi concentrici intorno ai canali di Havers.

    Probabile Volkmann nel centro.

    FISH per traslocazione del gene CCND1

    Stessa descrizione del vetrino precedente. Foto venuta un po' male, tessuto osseo lamellare osteonico, preparato per usura.

    Probabile Volkmann a destra. Ossificazione endocondrale A sinistra: trabecole miste di osso e cartilagine; A destra: cartilagine metafisaria. Osso in crescita con piastra metafisaria in alto a dx. Lo specillo indica una trabecola di tessuto osteoide, circondata da midollo osseo pieno di celluline ematopoietiche. Nella piastra si vedono bene le cellule cartilaginee ipertrofiche e, con un po' di fantasia, la cartilagine seriata. La colorazione da suicidio forse osmio.

    La foto non venuta bene e quindi difficile notare le cellule in alto pavimentose o cubiche a circondare il lume del follicolo. Assistenza Back Scansione e hosting Formazione Aperio.

    Back Microscopia clinica Back Microscopia di routine Microscopia a fluorescenza Microscopi diritti Microscopi invertiti Stereo microscopi Fotocamere digitali Documentazione e software. Cytogenetics Back CytoVision. Patologia Digitale Back. Back Microscopi diritti Microscopi invertiti Stereo microscopi Fotocamere digitali Documentazione e software. CM XP Learn more. Questa tecnica permette anche di congelare cellule vive le quali, una volta scongelate con gli opportuni metodi, sono ancora vitali.

    Questa tecnica presenta tanto dei vantaggi quanto degli svantaggi.

    Aperio ImageScope - Software di visualizzazione dei vetrini di patologia

    È svantaggiosa poiché il congelamento rischia di produrre dei danni strutturali. Infatti, se esso avviene lentamente, la componente acquosa si organizza in cristalli che possono falsare la struttura originaria; è come dimenticare una bottiglia di plastica contenente acqua nel refrigeratore: il congelamento altera, modificandola, la sagoma della bottiglia.

    Tra i vantaggi è presente il fatto che si tratta di una tecnica di natura fisica: non sono in gioco sostanze chimiche come i fissativi che possono reagire modificando il contesto strutturale della cellula: i fissativi chimici, infatti, reagiscono in varie maniere legandosi o modificando i composti chimici cellulari in particolare carboidrati e proteine e possono snaturarli impedendone una corretta identificazione successiva.

    Questa tecnica consente inoltre un accorciamento dei tempi di allestimento di preparati istologici, in quanto evita la procedura di inclusione in paraffina che porta spesso alla perdita di buona parte della componente lipidica del tessuto, a causa dei trattamenti di disidratazione per mezzo di alcoli.

    In relazione: SCARICARE EASYNOTA

    Il campione da analizzare preventivamente congelato è poi sezionato con un particolare tipo di criostato utilizzato in combinazione con un microtomo , nella fase di taglio del preparato istologico. Sono presenti tre apparati fondamentali: una base d'appoggio, un apparato di illuminazione e un sistema di lenti costituito da: condensatore, obiettivo e oculare. Il condensatore collima il fascio di luce sul campione; l'obiettivo è in prossimità del campione da osservare e permette un ingrandimento generalmente compreso tra 4 e X; l'oculare è usato per osservare e consente l'ulteriore ingrandimento generalmente da 5 a 15X dell'immagine prodotta dall'obiettivo.

    L'ingrandimento che permette un microscopio è dato dal prodotto tra quello dell'obiettivo e quello dell'oculare. Nella parte superiore è presente una lamina di tungsteno catodo dalla quale si dipartono degli elettroni accelerati verso un anodo che si trova nella parte inferiore da una differenza di potenziale tra gli 80 e i kV.

    L'immagine che si ottiene all'elettronico è rigorosamente in bianco e nero: è costituita da una serie di punti bianchi e neri che si originano su uno schermo fluorescente e che viene fotografata, poiché una eccessiva esposizione del campione biologico agli elettroni lo danneggerebbe.

    I punti bianchi corrispondono a zone cellulari che si lasciano attraversare dagli elettroni dette elettronchiare , mentre i punti neri corrispondono a regioni cellulari che riflettono gli elettroni dette elettrondense.